Seleziona una pagina

Cancellato l'obbligo del DPSIl Decreto legge n.5 che è entrato in vigore dal 10 febbraio 2012 (leggi qui il Decreto Legge pubblicato in Gazzetta  Ufficiale) all’articolo 45 dispone la cancellazione della redazione del Documento Programmatico sulla Sicurezza e dell’autocertificazione che sostituiva lo stesso nei casi in cui ciò era previsto.

Dal testo: “Al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sono apportate le seguenti modificazioni…omissis…d) nel disciplinare  tecnico  in  materia  di  misure  minime  di sicurezza di cui all’allegato B sono soppressi i paragrafi  da 19 a 19.8 e 26.”

Avendo stralciato questi paragrafi non vi sarà più obbligo di aggiornamento del DPS, la cui scadenza originaria era prevista per il 31 marzo ed inoltre  non si dovrà fare più riferimento allo stesso nella relazione da allegare al bilancio delle società.

Il Decreto legge fa riferimento all’obbligo di aggiornamento del Documento Programmatico della Sicurezza ma si ritiene che deve essere sempre garantito il corretto trattamento dei dati con gli strumenti elettronici, indentificando i responsabili al trattamento, gestire correttamente i backup dati, le informative e le richieste di consenso.

Questo è un tema sempre più rilevante dato che è impensabile oggi non usare computer,  palmari, cellulari ed altri strumenti per la maggioranza delle attività lavorative.

Nuove regole privacy dell’Unione Europea

E voi, quali misure adottate per la gestione dei dati dei vostri clienti?

0